Movimento di Lotta per la Casa, presidio all’Assessorato Politiche sociali

Il Movimento di Lotta per la Casa dopo mesi di richieste d’incontro protocollate all’Assessorato ai Servizi Sociali, al Sindaco Clemente Mastella ed al Prefetto Paola Galeone, ad oggi non ha ricevuto alcuna convocazione né tantomeno attenzione sull’emergenza abitativa che continua a dilagare nella nostra città.

“In campagna elettorale – SI LEGGE NEL COMUNICATO STAMPA –  abbiamo sentito piovere promesse riguardanti il problema casa: risanamento della situazione degli alloggi popolari, lotta alla compravendita illegale delle case popolari e controlli a tappeto sul patrimonio abitativo pubblico. La nostra volontà di incontrare l’amministrazione per riattivare un tavolo tecnico/politico che parlasse proprio delle questioni tirate fuori durante la campagna elettorale, è stata snobbata!

Mercoledì 19 Ottobre abbiamo deciso di riunirci in presidio all’Assessorato ai Servizi Sociali per ribadire che l’emergenza abitativa non può essere gettata nel dimenticatoio o lasciata nell’oblio, ad oggi ci sono ancora decine di famiglie che vivono nelle scuole nella precarietà più totale, una graduatoria che non scorre; proprio grazie a strani meccanismi che da anni denunciamo.

Chiediamo che l’Assessore ai Servizi Sociali Patrizia Maio prenda posizioni chiare su come risolvere la problematica abitativa. Chiediamo che venga riattivato il tavolo prefettizio che getti le basi per una progettualità futura che preveda una seria task force sul patrimonio abitativo pubblico, che liberi gli alloggi attualmente occupati da chi ne ha perso i requisiti per abitarli. Chiediamo che venga riaperta la graduatoria generale con riserva del 25% per le emergenze abitative (Legge regionale N° 18 del 1997 Art. 13)”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.