Natale social: i selfie da Cinepanettone del Pd, i bagni di folla di Mastella, le polemiche su CantAlbero

Il Natale ai tempi della crisi è sempre più social. Lo sanno bene anche i politici, molti dei quali affidano proprio a Facebook messaggi di auguri o immagini di festa.

Il Pd, poco social, ha puntato tutto su un unico messaggio: il tradizionale scambio di auguri nella sede di corso Garibaldi. Da qui sono partiti i selfie del brindisi tra i segretari, provinciale e cittadino, Valentino e De Lorenzo, il deputato Del Basso De Caro, il consigliere regionale Erasmo Mortaruolo, e altri componenti della segreteria provinciale.

GUARDA LA GALLERY

[envira-gallery id=”2196″]

Molto più social il Natale del sindaco Clemente Mastella, che ha postato foto della consegna dei regali ai bambini della scuola di Capodimonte, della città illuminata, del bagno di folla per il concerto del coro Gospel.

GUARDA LA GALLERY

[envira-gallery id=”2201″]

Due modi diversi di comunicare.

Più proiettato all’interno quello del Pd, con i dirigenti che alzano i calici, come affacciati alla finestra a osservare il traffico di vite che scorre sotto i loro sguardi, ma così alieno da loro.

Mentre perfino i Cinepanettoni, tutti sorrisi e spumante, arrancano nelle sale cinematografiche, il Natale social del Pd è un brindisi tra pochi intimi. 

Più accattivante e ‘popolare’ quello di Mastella che non si lascia sfuggire occasione per veicolare l’immagine del sindaco buon nonno di famiglia.

Ma il Natale social è stato caratterizzato anche da aspre polemiche. Come quella sul CantAlbero di Cannata che viene spento proprio il 25 dicembre.

Da registrare anche quella innescata sulla stella della Rocca dei Rettori che resta spenta proprio a Natale o sulla Camera di Commercio al buio:Guarda caso, i due presidenti, della Provincia e della Camera di Commercio, sono del Pd – ha scritto su Facebook, Geppino Presta -. Ma il dispetto non lo si fa a Mastella, ma alla città”.

Virulenta la polemica sul mercatino disertato dai commercianti e dagli artigiani a Natale e a Santo Stefano. Come se si trattasse del mercato di Pasqua, i commercianti e gli artigiani se ne sono stati a casa proprio a Natale.

Inizia Valentino Soreca con un post che incassa centinaia di like e decine di commenti a supporto.

Ma la polemica social più travolgente è stata quella sulla selezione di CantAlbero a Raidue.

Annunciano la ‘menzione speciale’ Mastella e l’assessore alla Cultura, Oberdan Picucci.

Si scopre poco dopo che la foto dell’albero è stata inviata a Raidue dal suo stesso creatore, Filippo Cannata, l’artista beneventano che ha curato l’allestimento natalizio di Benevento.

Ne segue un botta e risposta durissimo su Facebook tra l’assessore e alcuni esponenti del mondo della cultura come Jean Pierre El Kozeh e Pierluigi Iele, che contestano all’assessore la malafede nell’aver riportato la notizia.

In realtà, CantAlbero non sarebbe stato selezionato tra i migliori alberi di Natale d’Italia, ma semplicemente menzionato, grazie, per giunta, alla solerzia del suo autore.

Duelli social che hanno interrotto la routine delle solite, statiche, intime abbuffate natalizie in famiglia. Anche se sarà andato forte pure il Maloox.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enable Notifications    OK No thanks