NHTSA lancia una sonda sulla frenata fantasma di Tesla

I reclami affermano che durante l’utilizzo [advanced driver-assistance] Funzionalità tra cui il cruise control adattivo, l’auto aziona inaspettatamente i freni durante la guida a velocità autostradale “, ha affermato l’agenzia. “I denuncianti riferiscono che una rapida decelerazione può verificarsi senza preavviso, in modo casuale e spesso ripetutamente durante un ciclo. Un giro”.

I proprietari di Tesla hanno invaso il sito Web NHTSA con centinaia di denunce di presunta “frenata fantasma” il mese successivo Il rapporto del Washington Post Il che indicava un forte aumento del fenomeno. Il problema, un malfunzionamento dell’avviso di collisione anteriore e dei sistemi di frenata di emergenza automatica, si verifica quando le auto Tesla rallentano improvvisamente in risposta a pericoli rilevati erroneamente.

I proprietari hanno iniziato a lamentarsi del problema in numero maggiore all’inizio di novembre, pochi giorni dopo che la casa automobilistica ha emesso un richiamo per il suo programma di “guida completamente autonoma” per un problema tecnico che potrebbe portare a una falsa frenata. Più in generale, l’aumento ha seguito il passaggio di Tesla da un sistema di percezione multisensore che combina telecamere e radar a un sistema basato su telecamere basato su ciò che la casa automobilistica chiama “Tesla Vision”. La serie di denunce includeva diversi modelli comuni e almeno una segnalazione di infortunio.

A seguito dell’articolo di The Post all’inizio di febbraio, l’NHTSA ha ricevuto circa 250 reclami sui freni con placebo nelle due settimane successive. Questo è rispetto a 107 reclami negli ultimi tre mesi – un forte aumento da solo – e solo 34 nei 22 mesi precedenti.

Tesla, che ha sostituito il suo dipartimento di pubbliche relazioni nel 2020, non ha risposto alle richieste di commento. “NHTSA determinerà la portata e la gravità del potenziale problema e valuterà pienamente i potenziali problemi di sicurezza”, ha affermato la portavoce dell’NHTSA Lucia Sanchez.

READ  Azioni di Wall Street, i prezzi del petrolio salgono dopo le aspettative aggressive di rialzo della Fed

Il CEO di Tesla Elon Musk ha ripetutamente difeso l’uso delle sue funzionalità automatizzate, Connessione Il programma di assistenza alla guida dell’autopilota è “inconfondibilmente più sicuro” della normale guida e denuncia il “divertimento della polizia” poiché l’azienda ha dovuto affrontare numerosi richiami nelle ultime settimane: un Chiaro Riferimento ai regolatori federali.

Le denunce di frenata fantasma che coinvolgono le auto Tesla superano di gran lunga quelle di altre case automobilistiche che hanno anche un’assistenza alla guida avanzata ma si basano in gran parte su sistemi dotati di radar. L’aumento dei reclami fa luce sui tipi di scenari comuni in cui i proprietari segnalano la soppressione del placebo. Di tutti i reclami, circa un terzo degli improvvisi rallentamenti si è verificato su strade o autostrade a due corsie, ad esempio, quando un camion in arrivo si stava avvicinando da lontano, secondo l’analisi Post. Le Tesla in tutta la flotta spesso reagiscono a tali situazioni allo stesso modo, lasciando emergere schemi comuni nei reclami.

“Quando il traffico viene verso di me, aziona i freni in modo casuale”, ha detto in un’intervista Sally Bergquist, di Alexander City, Ala., che ha subito frequenti decelerazioni improvvise nella sua Tesla Model S del 2021 mentre guidava verso Birmingham. “Questa frenata casuale mi preoccupa davvero.”

I reclami NHTSA non vengono verificati individualmente dall’agenzia: i proprietari descrivono il problema che stanno riscontrando e forniscono il numero di identificazione del veicolo insieme ad altre informazioni identificative quando inviano il rapporto. I reclami all’NHTSA, come appare qui, possono essere più frequenti poiché i proprietari apprendono che possono informare il governo dei problemi di sicurezza nelle loro auto, quindi l’aumento dei reclami potrebbe non essere sempre dovuto a un aumento del tasso di problemi.

Ma il numero di reclami di Tesla sulla frenata fantasma ha superato di gran lunga quelli di altre marche e modelli di veicoli, indicando un problema noto di crescente importanza tra la popolazione dei proprietari.

READ  Salta il petrolio dopo i nuovi avvertimenti sul conflitto tra Ucraina e Russia

L’analisi successiva al 2019 ha riguardato la Tesla Model 3 insieme alle auto Tesla Model Y e Model 3 dal 2020 al 2022.

Tesla ha dovuto affrontare crescenti pressioni da parte dell’NHTSA sul pilota automatico e la sua pratica di rilasciare aggiornamenti software via etere per risolvere i problemi con i suoi veicoli, senza avviare il processo di richiamo formale. L’agenzia sta indagando sul potenziale ruolo del pilota automatico in una dozzina di incidenti che hanno coinvolto Tesla e veicoli di emergenza parcheggiati mentre il sistema di assistenza alla guida era attivo. Tesla ha rilasciato un flusso costante di ricordare Da ottobre, quando NHTSA ha pubblicamente denunciato la società per non aver emesso un richiamo ufficiale quando ha adattato i suoi veicoli per rilevare meglio i veicoli di emergenza in condizioni di scarsa illuminazione.

Tesla mira a semplificare la sua gamma di dispositivi – ed eliminare l’uso del radar – come parte dei suoi sforzi per inaugurare una nuova era di guida autonoma con i milioni di veicoli che ha messo su strada. L’azienda ha offerto ai proprietari due opzioni di assistenza alla guida sotto forma di pilota automatico, che è in gran parte progettato per l’uso in autostrada, e una versione beta “completamente a guida autonoma”, che fornisce funzioni di assistenza alla guida su strade cittadine e residenziali.

Musk ha affermato di ritenere che Tesla sarà in grado di distribuire in sicurezza veicoli a guida autonoma basati sul software.

“Sarei scioccato se quest’anno non rendessimo la guida completamente autonoma più sicura di quella umana”, ha detto in una recente chiamata sugli utili della società. Musk ha affermato che le persone non sono riuscite a capire la serietà degli affari di Tesla.

READ  Vendita di azioni di società non redditizie

“Non è, tipo, un piccolo vantaggio”, ha detto durante la chiamata. “È, forse, l’aggiornamento software più profondo della storia.”

Gli esperti nei sistemi di percezione dei veicoli affermano che fare affidamento sulle telecamere per navigare sulle strade a volte può essere un problema, poiché possono essere più facilmente confusi dal radar su fattori come la distanza o un cartellone pubblicitario in arrivo.

Alcuni proprietari che hanno parlato con The Post hanno affermato di aver sperimentato una frenata fantasma per mesi, in coincidenza con il periodo in cui la Tesla è uscita dal radar, ma non avevano precedentemente segnalato il problema all’NHTSA.

I proprietari hanno descritto il problema come “pericoloso” e “spaventoso” nelle e-mail a The Post e molti hanno descritto le funzioni del controllo automatico della velocità di Tesla come inutilizzabili alla luce dei problemi.

Marilyn Myers, 52 anni, di Mechanicsburg, Pennsylvania, ha detto che le frequenti frenate fantasma lo hanno costretto a smettere del tutto di usare il controllo automatico della velocità durante i suoi viaggi mensili a Filadelfia sull’Interstate 76.

Da quando ha acquistato la sua Tesla Model Y nel giugno 2021, ciò è accaduto quasi otto volte, spostando la sua auto da circa 70 mph a 40 mph, senza alcun pericolo apparente nelle vicinanze.

“La prima o la seconda volta che è successo, ne sono rimasto scioccato”, ha detto. “Sono diventato rapidamente molto attento a indossarlo ogni volta che le macchine erano dietro di me.”

Myers, che ha detto che gli piace la sua Model Y, ha detto che vuole che Tesla affronti il ​​problema e velocemente.

“Sembra che non siamo soli”, ha detto. “Essenzialmente, c’è un problema con l’auto: risolviamolo e andiamo avanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.