Picucci a Sguera: “Storce il naso davanti al nazional-popolare, noi pensiamo al turismo. Spoil system? Per noi contano le buone idee”

di  Teresa Ferragamo

Oberdan Picucci risponde a stretto giro di posta all’attacco di Nicola Sguera, che solo poche ore fa, ha polemizzato con l’amministrazione Mastella e con l’Assessore alla Cultura.

Per Sguera la BCT, il Festival nazionale del cinema e della televisione della Città di Benevento, che si svolgerà dal 5 al 9 luglio, è “la legittima prosecuzione di quella vocazione nazional-popolare in salsa sannita che tanto Mastella quanto Picucci hanno ripetutamente rivendicato in più occasioni”

“Se  per nazional-popolare si intende partecipazione di massa, capacità di attrazione turistica, intrattenimento e gente che si riversa nelle strade  – replica l’assessore – allora rivendichiamo la definizione di nazional-popolare per la manifestazione BCT, ovviamente adottandola in un’accezione positiva, che, immagino, non sia quella proposta da Sguera. Mi chiedo come mai proprio un ‘rappresentante del popolo” come il 5 Stelle Sguera nutra tale idiosincrasia per il nazional-popolare”.

Il portavoce dei 5 Stelle in Consiglio comunale ha attaccato l’assessore alla Cultura anche sulla mancata convocazione degli Stati generali della Cultura, sottolineando la divaricazione tra annunci e fatti.

Per Picucci, si tratta di un impegno preso e che resta in campo: “Negli ultimi mesi – spiega – ho intensificato i rapporti con gli operatori culturali, con cui ho imbastito un dialogo costruttivo. C’è, nonostante una certa tendenza a privilegiare la pars destruens del dibattito da parte di Sguera, una voglia di confrontarsi sui temi della cultura, che intendo continuare a coltivare”.

All’accusa di praticare, attraverso queste manifestazioni, uno spregiudicato spoil system, privilegiando i talenti e le professionalità più vicine all’amministrazione, Picucci cita Antonio Frascadore, il direttore articstico del Festival, beneventano da tempo traslocato a Roma: “Frascadore lo ha spiegato benissimo, ieri, in conferenza stampa. Ha testualmente detto: “Non conoscevo Mastella, non ho rapporti o legami, anche solo politici, con quest’amministrazione, da loro mi sono presentato con una proposta. E’ piaciuta ed eccomi qua”. E’ così che intendiamo operare: la qualità del progetto, per quanto ci riguarda, non dipende dalle persone che lo presentano, dalla loro biografia o appartenenza. E a testimoniarlo ci sono tutti quei progetti culturali che, pur non avendo quella connotazione nazional-popolare che fa storcere il naso a Sguera, ho, in questi mesi, per quanto mi è stato possibile, sostenuto, solo perché li ritenevo validi”.

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.