Primarie Pd, buona l’affluenza. Timori per apporto di Fi e Mastella per Emiliano

Si sono aperti alle otto di questa mattina, e si chiuderanno alle 20 di questa sera, i seggi per le primarie del Partito democratico. 

Hotel President – Benevento

Si vota per eleggere il segretario nazionale. Gli elettori potranno scegliere se riconfermare Matteo Renzi, o se optare per un cambiamento scegliendo tra Andrea Orlando e Michele Emiliano. 

Ma il risultato sembra già segnato, appare scontata la vittoria dell’ex premier, che ha in mano l’apparato del Pd e quasi tutto il governo Gentiloni.

Nella provincia di Benevento, candidati per Renzi segretario sono Raffaele Del Vecchio, sconfitto candidato sindaco alle scorse comunali, Antonio Iesce, responsabile Organizzazione, Elena Sanzari, assessore a Guardia Sanframondi, comune guidato dal plenipotenziario Floriano Panza, e Floriana Fioretti, ‘silente’ e allineatissima consigliere comunale di opposizione e dipendente della multiservice del Consorzio Asi di Ponte Valentino.

Ovviamente, il renzismo nel Sannio è targato Umberto Del Basso De Caro, sottosegretario alle Infrastrutture.

Con Orlando, sono candidati Ester Perifano, Antonio Iavarone, segretario dei Giovani Democratici, Antonella Pepe e Carmine Ricciardi.

Per Emiliano, sono in corsa Angelo Miceli, Giovanna Petrillo, Rosanna Papa e Forni Rossi. 

A Benevento, stamattina  l’affluenza è stata alta. Mentre è diventata virale su Facebook la foto di Bartolomeo – un uomo noto in città, con gravi problemi di alcolismo e di sopravvivenza, assistito spesso dai servizi sociali – mentre inserisce la scheda nell’urna all’Hotel President.

Primarie Benevento, Bartolomeo.

Qualche problema in provincia, dove la mozione Emiliano ha fatto registrare qualche frizione. Del resto, uno dei leader nazionali della mozione del Governatore della Puglia è Francesco Boccia, marito della parlamentare sannita Nunzia De Girolamo. Ecco perché il PD ha sentito negli ultimi giorni puzza di bruciato, temendo interferenze di Forza Italia e anche del sindaco di Benevento, Clemente Mastella, nel voto delle primarie.

Angelo Miceli – mozione Emiliano

E questa mattina, al seggio unico Ceppaloni-San Leucio del Sannio ha già votato l’assessore comunale dell’amministrazione Cataudo (uomo vicinissimo a Mastella),  Bruno Mazzone.

A San Nicola Manfredi, il comune della De Girolamo, guidato dal coordinatore provonciale di FI, Fernando Errico, il seggio è stato annullato e unito a San Giorgio del Sannio proprio per timori di un’ingerenza di Forza italia in favore di Emiliano.

A Limatola è scontro,  anche in vista delle Comunali: da una parte l’accoppiata D’Angelo-Parisi (Alternativa Popolare), dall’altra Giulio Marotta, un passato in diverse forze politiche.

A Sant’Agata de’ Goti, addirittura, per marcare il seggio del segretario provinciale del Pd, Carmine Valentino (che ha fatto sempre registrare percentuali bulgare alle primarie, sollevando dubbi sulla regolarità delle votazioni), la mozione Emiliano ha fatto arrivare il rappresentante di lista da Bari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.