Ricerca Sla, ecco chi è il commercialista sannita che ha finanziato il progetto

Non si sente un eroe, Lorenzo Capossela, il commercialista beneventano che ha finanziato un progetto di ricerca sulla Sla, dopo la perdita della moglie a seguito di questa grave patologia.

Lo dichiara lui stesso in un’intervista a Repubblica, in cui chiarisce di non aver mai ipotecato la casa, ma di aver costituito un’associazione per raccogliere fondi

Ho raccolto fondi, ho trovato altri finanziatori. Ho fondato una Onlus, coinvolto un’altra associazione e sensibilizzato la Banca Popolare di Novara”, spiega

E alla fine  l’ha spuntata, consegnando al Centro Sla di Novara i 400mila dollari che servivano a fare partire una ricerca sulle biomolecole RNs60 in cui sono state coinvolte 140 persone. Una ricerca non ancora terminata.

Nel 2015 a sua moglie era stata diagnosticata la Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, una malattia terribile ancora senza cura.

“Lorenzo Capossela – racconta Repubblica – è un commercialista di Benevento, ha 57 anni, due figli. Sua moglie è morta ad aprile senza avere la possibilità di sapere se la sperimentazione  del centro novarese, a cui ha partecipato nella fase iniziale della sua malattia potesse servire a fare un passo avanti nella conoscenza. Ora dice: “Non sono un eroe, la mia è una tragedia, ho solo il sollievo di  aver fatto qualcosa”.

LEGGI L’INTERVISTA INTEGRALE

https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/12/04/news/_mia_moglie_e_morta_di_sla_e_io_ho_trovato_i_fondi_per_finanziare_la_ricerca_con_cui_si_era_curata_-242604658/?refresh_ce

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.