Rosatellum, i candidati in pole: Mastella lancia il figlio, torna anche Viespoli. Maglione e Giangregorio per il M5S

La legge elettorale Rosatellum, latinismo discutibile che richiama il nome del suo primo firmatario, il capogruppo alla Camera del PD, Ettore Rosato, approvata da entrambe le Camere e promulgata recentemente dal Capo dello Stato, individua un sistema di elezione di deputati e senatori con metodo misto maggioritario-proporzionale.

COME FUNZIONA IL ROSATELLUM

La quota maggioritaria (il 36% del totale) prevede le elezioni dei rappresentanti nei collegi uninominali, che sono dei raggruppamenti di comuni, dove ogni coalizione presenta un unico candidato, nei quali viene eletto il candidato che prende più voti degli altri.

La quota proporzionale viene individuata all’interno dei cosiddetti collegi plurinominali, dove ogni partito o movimento presenta una lista di candidati in ordine bloccato, senza possibilità da parte dell’elettore di indicare una preferenza, ed elegge un numero di rappresentanti in proporzione ai consensi raccolti nel collegio.

I collegi uninominali e plurinominali saranno definiti dal governo, come è prevista dalla legge delega approvata dalle Camere.

Sono però previsti per la Campania:

Camera Dei Deputati:
22 seggi per l’uninominale e 38 seggi al proporzionale

Senato:
11 seggi per l’uninominale e 18 per il proporzionale

LA PROVINCIA DI BENEVENTO

I collegi alla Camera dovrebbero essere quelli corrispondenti al Senato della legge Mattarella. Quindi la provincia di Benevento sarà divisa tra due collegi:
uno che comprende la città di Benevento, San Giorgio del Sannio, Calvi e i comuni della parte occidentale del Sannio, un altro che comprende la zona del Fortore, Alto Sannio, e comuni dell’Alta Irpinia.

Il Senato dovrebbe, ipoteticamente, raccogliere i due collegi della Camera.

Per i collegi plurinominali il discorso cambia, in quanto, da parte di chi ha il compito di definirli, cioè il Governo, è possibile realizzare tanti collegi “piccoli”, che quindi eleggono meno rappresentanti ciascuna; o fare collegi “grandi”, accorpati, che sono in grado di eleggere un maggior numero di rappresentanti. Ciò che cambia è rilevante: se si fanno più collegi c’è una maggiore competizione tra le varie liste dello stesso collegio ovviamente; ma anche tra le liste, dello stesso simbolo, tra i vari collegi della stessa circoscrizione, per chi riesce a raccogliere i maggiori resti.

In soldoni, essendoci più candidati, a parità di seggi complessivi, c’è maggiore competizione tra gli stessi partiti dei diversi collegi. Il contrario avverrebbe se i collegi fossero di numero ridotto: in quel caso i capilista dei partiti maggiori, essendo pochi nella stessa circoscrizione, hanno maggiore sicurezza della loro elezione.

I CANDIDATI

Umberto Del Basso De Caro, sottosegretario alle Infrastrutture, dominus del PD sannita, dopo aver espugnato la federazione di Avellino, si accinge ad essere candidato in posizione sicura nel plurinominale, molto probabilmente capolista al Senato.

Il segretario provinciale del PD sannita, Carmine Valentino, dovrebbe invece essere il candidato al collegio uninominale di Benevento.

Tra i candidati del centrodestra prendono quota Pellegrino Mastella, nell’uninominale alla Camera, Pasquale Viespoli candidato al Senato. Il duo Mastella-Viespoli, secondo indiscrezioni, sarebbe già pronto a mettere da parte le controversie delle recenti amministrative per giungere ad un accordo elettorale che si presuppone molto interessante sul piano numerico.

Nunzia De Girolamo, fedelissima del Presidente Berlusconi, verrà quasi certamente candidata come capolista in più di un collegio plurinominale, assicurandosi un seggio blindato.

I candidati del M5S saranno scelti con le primarie online, molto probabile la discesa in campo di Pasquale Maglione, già candidato al consiglio regionale per i grillini, Felice Presta, e qualche candidato non eletto delle recenti amministrative del comune capoluogo: Anna Maria Mollica, Vittorio Giangregorio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.