Studenti del Liceo Artistico in campo per il Teatro romano di Benevento

Studenti del Liceo Artistico di Benevento al Teatro Romano. I ragazzi della V A e V B acquisiranno sul campo competenze e conoscenze nella manutenzione del patrimonio artistico e culturale, grazie a una convenzione tra l’istituto e l’area archeologica di Benevento.

Il progetto, voluto dal direttore Ferdinando Creta, è stato curato da Paolo Urso come risorsa specialistica del Teatro romano, e dai docenti del Liceo Artistico, Lorella De Lucia, Veronica Russo, Amelia Rossetti e Giulio Calenda.

Questa mattina, il primo sopralluogo. I ragazzi, accompagnati dai professori, sono stati accolti dal direttore dell’Area Archeologica di Benevento. “E un progetto che avvicina i ragazzi alla storia e ai beni culturali della città – ha dichiarato Creta -, consentendo loro di sviluppare una formazione sul campo. I giovani sono il patrimonio del futuro e vanno messe in connessione con le esperienze del passato“.

Un altro tassello che si aggiunge al disegno Creta di un Teatro Romano come spazio vitale, luogo di confronto e crocevia di esperienze.

In quest’ultimo anno, il dinamismo di Creta ha restituito centralità a un sito archeologico che aveva vissuto una lunga stagione di oscurità.

Intanto, domenica 2 febbraio,  parte “Paese in Vetrina”, iniziativa finalizzata all’incontro del Teatro romano con le comunità del territorio.

Ospite del primo appuntamento della rassegna sarà la comunità di Montesarchio. In collaborazione con il Comune, l’Istituto d’Istruzione Superiore Aldo Moro, la Pro Loco e le Sentinelle della Torre, le bande musicali Orchestra di fiati G. Verdi e la Piccola Orchestra Santa Cecilia e l’Azienda Agricola Caudium – Donato Bucciano – di Montesarchio, il Teatro Romano di Benevento propone ai visitatori una mattinata di magie musicali e degustazioni enogastronmiche.

 

Ogni prima domenica del mese un paese del Sannio sarà in vetrina all’interno dell’Area Archeologica del Teatro Romano di Benevento, impossessandosi della propria storia e diventandone protagonista: cultura, tradizione, musica, enogastronomia arricchiranno l’offerta turistica del territorio sannita. La programmazione, in corso di definizione, ha già pianificato il primo step di presenze: Montesarchio il 2 febbraio, Castelvenere il 1marzo, Guardia il 5 aprile, Faicchio il 3 maggio. Domenica 2 febbraio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.