Un anno col Sannio rurale, tra contadini e pastori. Dodici foto sulle attività dei campi e sul paesaggio

La fotografia come potente mezzo di riscoperta del territorio. Oggi che non ci sono più album e tutto è archiviato nei file. Un occhio che scruta e passa in rassegna i mutamenti della società, il tempo che passa sulle facce della gente, i cambiamenti delle città e del paesaggio. Con questo obiettivo il Circolo Fotografico Sannita ha tagliato un altro traguardo importante con il 29° Concorso Fotografico dedicato alle “Immagini del Sannio Rurale”, celebrando e premiando alcuni fotografi nazionali e internazionali di spicco.

“Con questa iniziativa -ha affermato Cosimo Petretti, animatore della manifestazione, presentata da Sandro Tacinelli- cerchiamo di dare il nostro contributo culturale alla conoscenza del territorio, per valorizzare le bellezze e le potenzialità attrattive sul piano turistico, ma soprattutto il cuore della nostra economia: l’agricoltura. Lo scopo del calendario, che realizziamo ogni anno, è quello di offrire a tanti amanti della fotografia la possibilità di cogliere i vari aspetti del rapporto dell’uomo con la terra e con l’ambiente”.
I vincitori del Concorso Fotografico sono, ex aequo, Adriana Gallinella di Cusano Mutri, Angelo Masone di Pietrelcina, e Salvatore Purificato di San Giorgio del Sannio, mentre il Premio miglior fotografo donna è stato assegnato a Claudia Delli Gatti di Calvi. Le immagini premiate ritraggono cavalli al pascolo, raccoglitori di fieno e di tabacco. Ogni mese una foto. Ad esempio, a settembre i pastori, a novembre le olive. In altri contadini sui trattori, buoi, maiali, ed un’antica chiesa di montagna di Bucciano.
Con la presentazione del calendario, presso la Biblioteca Provinciale è stata inaugurata anche la mostra di Virgilio Carnisio, “Milano ,uno sguardo discreto”. Premi e trofei per la critica e per la carriera sono stati consegnati a Giacomo Daniele Fragapane, Lorenzo Cicconi Massi, Laila Pozzo, Alessandro Grassani e Virgilio Carnisio, che ha sottolineato l’evoluzione di Milano dopo l’Expo, col recupero del patrimonio artistico e dei quartieri. Con Petretti collabora da anni il comune di Morcone, presente con l’assessore Giulia Ocone.

Antonio Esposito

Antonio Esposito

Docente di lettere con la passione per il giornalismo. Cominciò nel 1982 come corrispondente de "l'Unità". Ha continuato, per oltre vent'anni, con "La Voce della Campania", mensile regionale d'inchiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.