Cosenza: “Sicuro terremoto di magnitudo superiore a 7 nei prossimi 50 anni. A rischio Sannio e Irpinia”

“E’ altamente probabile, in Italia, un terremoto di magnitudo 7 nei prossimi 50 anni “, così Edoardo Cosenza, presidente dell’Ordine egli Ingegneri della provincia di Napoli, già preside della Facoltà di Ingegneria della Federico II e assessore regionale, in un’ intervista rilasciata a Primativvù.

Cosenza è netto: “L’Italia aspetta un terremoto di magnitudo superiore a 7 ,che manca da oltre 100 anni e che speriamo arrivi il più tardi possibile. Ci fu quello di  Messima del 1908 che fece  120 mila vittime, e quello di Avezzano nel 1915 con 33 mila vittime. Quando si è sfiorata la magnitudo 7 , ad Avellino, ci furono 3000 vittime.

Gli ultimi terremoti si assestano intorno ai 6.3, 6.4 e 6.5 di magnitudo, il terremoto dell’Aquila fece 300 vittime“.

Secondo Cosenza la probabilità di un grande terremoto in Italia è reale e potrebbe verificarsi lungo l’appenino meridionale; in Campania le aree a più alto rischio restano  Sannio e Irpinia

La probabilità di avere, nei prossimi 50 anni, un terremoto di magnitudo superiore a 7 è molto altaspiega Cosenza ai microfoni di Primativvù – . Siamo migliorati molto negli ultimi 100 anni, ma non enormemente migliorati.

Quando, dove si verificherà? Sicuramente lungo l’appenino centrale, certamente nelle nostre zone di Avellino e Benevento, ancora di più a rischio è l’arco calabro. Sono studi scientifici, questi”.

GUARDA IL VIDEO

 

 

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.