Mastella dedica una strada alla partigiana Maria Penna. Altre vie intitolate a Alberto Cangiano, Giovanni Giordano e alle Fiamme Gialle

Sarà un caso ma la storia drammatica di Maria Penna, che nacque a Benevento nel 1905 e morì nel giugno del 1944 a Firenze, uccisa da un soldato tedesco, fu ad aprile scorso portata in scena, per la prima volta a Benevento, dalla compagnia teatrale Solot di Michelangelo Fetto.

Ora Mastella dedica proprio alla giovane partigiana di Benevento una strada.

È stato deciso questa mattina dalla Gunta comunale, che, su proposta del sindaco Clemente Mastella, ha approvato stamani le delibere per le seguenti intitolazioni di strade:

• alla partigiana Maria Penna la rotonda situata tra Antonio Rivellini e l’Asse Interquartiere Sud;
• all’ex sindaco Alberto Cangiano la rotonda situata tra via Aldo Moro, via Vincenzo Bellini e via Alberto Dalla Chiesa;
• a monsignor Giovanni Giordano il tratto di strada che da via San Pasquale conduce alla strada chiusa;
• alle Fiamme Gialle la rotonda situata tra via Longobardi e via Vittime di Nassiriya.

 

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo

Teresa Ferragamo, giornalista per vocazione, addetto stampa con il pallino della comunicazione prima di tutto. Dopo aver scritto per varie testate giornalistiche, ha fondato sanniopage.com, per dimostrare che un altro giornalismo è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.