Polonia, Svezia e Repubblica Ceca rifiutano di affrontare la Russia nelle qualificazioni ai Mondiali FIFA: “Vogliamo tutti che la guerra finisca”

Le ricadute dell’invasione russa dell’Ucraina continuano a diffondersi in tutto il mondo dello sport. Quello che accadrà nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo UEFA è diventato un po’ più misterioso poiché la Polonia avrebbe dovuto affrontare la Russia con la vittoria della partita contro la Svezia contro la Repubblica Ceca. Inizialmente, quelle squadre hanno rilasciato una dichiarazione secondo cui non si sarebbero recati in Russia per assistere a queste partite Lascia la FIFA con una decisione. E ora hanno preso la loro posizione ancora di più.

“Alla luce dell’escalation dell’aggressione della Federazione Russa contro l’Ucraina, la nazionale polacca non giocherà una partita contro la Repubblica di Russia”, ha affermato il presidente della federazione. Lo ha detto Cesare Colizza su Twitter.

“Questa è l’unica decisione corretta. Siamo in trattative con le federazioni svedese e ceca per presentare una posizione comune alla FIFA”.

Federazione Svedese ha rilasciato una dichiarazione A sostegno della decisione della Polonia, breve ma al punto, il giorno dopo, la Federcalcio ceca si è unita alla mischia.

“La nazionale maschile non giocherà contro la Russia, indipendentemente da dove si svolgerà la partita. Il Consiglio federale esorta inoltre la FIFA a cancellare gli spareggi di marzo a cui sta partecipando la Russia”.

“I membri del Comitato Esecutivo della Federazione Ceca, i membri della squadra e i giocatori della nazionale hanno convenuto che non è possibile giocare contro la nazionale russa nella situazione attuale, nemmeno su uno stadio neutrale. Vogliamo tutti porre fine alla guerra il prima possibile”, ha detto il Il comunicato della federazione ceca è stato diffuso su Twitter.

READ  Blocco della MLB: aggiornamenti in tempo reale mentre i proprietari e i proprietari della MLBPA continuano le trattative prima della scadenza autoimposta della lega

Le mosse sono arrivate dopo che il presidente della FIFA Gianni Infantino ha rifiutato di impegnarsi in un piano d’azione giovedì, sperando invece che le cose esplodessero. “La prima partita è tra un mese e ovviamente speriamo che tutta questa situazione si risolva prima di allora, molto prima e il prima possibile”, ha detto. Ma abbiamo un organismo esistente, l’Ufficio di presidenza, che può prendere una decisione in qualsiasi momento. Stiamo analizzando la situazione e prenderemo la decisione quando dovremo prenderla”.

I giocatori della Polonia si sono rivolti a Twitter per esprimere il loro sostegno alla decisione di non affrontare la Russia. “I calciatori e i tifosi russi non sono da biasimare, ma non possiamo fingere che non sia successo niente”, ha detto l’attaccante del Bayern Monaco Robert Lewandowski.

La palla è tornata nel campo di Infantino, ma è chiaro che l’attesa di una decisione non verrà accettata in quanto le federazioni stanno prendendo in mano la situazione. Anche con le partite ancora a un mese di distanza, una soluzione va trovata.

Calendario delle qualificazioni ai Mondiali UEFA

24 marzo
Russia vs Polonia, 13:00 ET
Svezia vs Repubblica Ceca 15:45 ET

29 marzo
Vincitore da Russia/Polonia vs Vincitore da Svezia/Repubblica Ceca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.